Perché legalizzare la cannabis e consentire la produzione domestica?

perché legalizzare la cannabis
Ultimo aggiornamento

Lo Stato dovrebbe legalizzare la cannabis e consentire la produzione domestica? Valutiamo i pro e i contro.  

Negli ultimi anni, molti Stati USA hanno legalizzato la marijuana per uso medico, per uso ricreativo o entrambi. Tuttavia, il possesso ricreativo, la vendita o l’uso della cannabis sono considerati un reato federale e un reato in altri stati.

Gli oppositori della legalizzazione della marijuana credono che legalizzare la marijuana e consentire alle piante di cannabis di essere coltivate a livello domestico incoraggerà il consumo illegale di droga tra gli adolescenti. I critici temono anche che la legalizzazione possa portare a un picco di problemi medici, incidenti stradali o decessi. 

Un altro argomento dei proibizionisti sarebbe che la cannabis è fisicamente e psicologicamente dannosa per i consumatori, quindi il suo consumo dovrebbe essere fortemente proibito.

I pro della legalizzazione della cannabis

La legalizzazione della cannabis può effettivamente stimolare l’economia

L’industria statunitense della cannabis (uso individuale, ricreativo e clinico) potrebbe aumentare le entrate nazionali degli States fino a 24 miliardi di dollari entro il 2025 se tutti gli Stati procedessero a legalizzare a 360°. 

Secondo l’organizzazione benefica pubblica no profit ProCon.org, per ogni dollaro investito nel settore della cannabis, si possono generare tra i $ 2,13 e $ 2,40 in attività economica. Se gli Stati Uniti dovessero legalizzare la cannabis a livello federale, ciò potrebbe rafforzare vari settori, tra cui turismo, banche e commercio, cibo e materie prime, proprietà immobiliari, edilizia e trasporti.

La legalizzazione può diminuire il consumo tra gli adolescenti

Secondo i ricercatori, il consumo di marijuana tra gli adolescenti statunitensi è diminuito, a causa della crescente tendenza dell’uso di marijuana tra le popolazioni adulte a seguito della legalizzazione della marijauana in più stati degli Stati Uniti.

perché legalizzare la cannabis

I seguenti numeri parlano da soli:

  • Il consumo di marijuana tra gli alunni di terza media nello Stato di Washington è sceso dal 9,8% al 7,3% nel 2014/2012 a seguito della legalizzazione . 
  • Uno studio condotto dai Centers for Disease Control (CDC) ha mostrato che il consumo di cannabis è diminuito dal 15,8% nel 2002 al 13,1% nel 2014, tra i bambini statunitensi di età compresa tra 12 e 17 anni. 
  • Secondo il National Survey on Substance Use and Safety, gli adolescenti del Colorado dai 12 ai 17 anni hanno riportato una diminuzione del consumo di quasi il 12 percento in soli due anni. Cioè, immediatamente dopo la legalizzazione dell’uso da parte degli adulti.

Con la cannabis legale, le morti da incidente stradale possono effettivamente diminuire

Negli stati che consentono la marijuana medica, gli incidenti mortali sono scesi dell’11% in media. 

A Washington e in Colorado, le convinzioni per guida sotto l’influenza sono diminuite. Benjamin Hansen, professore di economia presso la Eugene University of Oregon, che ha studiato la relazione tra legalizzazione della marijuana medica e incidenti stradali, ha detto a Reuters che “La sicurezza pubblica non diminuisce con un maggiore accesso alla marijuana, ma piuttosto migliora”. 

I rapporti mostrano che i conducenti che hanno consumato la cannabis sembravano più vigili e correvano meno rischi dei conducenti sotto ebbrezza alcolica. Hanno effettuato meno cambi di corsia e hanno guidato a bassa velocità.

Da "legalizziamo la cannabis" a una maggiore sicurezza e salute pubblica

I clienti che acquistano marijuana per strada non hanno modo di sapere che muffe, funghi, pesticidi o altre sostanze tossiche possono contaminare ciò che stanno ingerendo.

perché legalizzare la cannabis

Una volta che la marijuana è legale e gli stati permettono alle piante di cannabis di crescere, il governo può commissionare dei test in laboratorio e la legislazione per garantire che la cannabis venduta sia priva di tossine. Ad esempio, la legge di Washington include avvisi sulla salute della cannabis, controllo di qualità, etichettatura della concentrazione di THC e altre norme essenziali per i consumatori di cannabis. 

Quindi, le varietà regolamentate significa che risultano più sane, migliori per i polmoni dei consumatori e generalmente più sicure per tutte le persone che apprezzano il consumo.

Su questo link puoi scoprire alcune delle migliori varietà di cannabis selezionate l’anno scorso.

Perchè la legalizzazione della cannabis scoraggia i commerci illegali

I commerci illegali di marijuana sono stati ripetutamente associati a cartelli della droga e bande di strada, e le loro condutture per distribuire qualsiasi droga sono state inverosimili.

Tuttavia, i dati della pattuglia di frontiera degli Stati Uniti indicano che le incursioni per traffico di cannabis sono diminuite. Di recente, le percentuali dei raid sono ai minimi storici, il che suggerisce che la coltivazione domestica legale sta riducendo la domanda di marijuana illegale.

Fonti illegali includono i paesi vicini degli Stati Uniti. Secondo quanto riferito, un coltivatore di cannabis messicano ha dichiarato alla NPR: “Se gli Stati Uniti vogliono legalizzare la marijuana, questo ci spingerà verso il baratro”.

Secondo l’American Civil Liberties Union (ACLU), la legalizzazione in Colorado e Washington avrebbe comportato una perdita di reddito per i cartelli della droga messicani pari a $ 2,7 miliardi.

Non legalizzare la cannabis può evidenziare una disparità razziale

Abbastanza inquietante, le statistiche suggeriscono che ci sono alcune differenze significative nel modo in cui le leggi sulla droga riguardano persone di razze diverse. 

Mentre non vi è alcuna differenza significativa nei tassi di tossicodipendenti tra i diversi gruppi di razza negli Stati Uniti, gli afroamericani hanno ancora 3,73 volte più probabilità di essere arrestati per possesso di marijuana, riferisce ACLU. I dati ACLU si riferiscono al periodo tra il 2001 e il 2010.

I dati ACLU rivelano inoltre che in Iowa, DC, Minnesota e Illinois, gli afroamericani hanno tra le 7,5 e le 8,5 volte più volte la probabilità di essere arrestati per possesso di marijuana rispetto agli americani caucasici. 

A New York City nel 2016, il 15,8% dei casi di possesso di cannabis che hanno coinvolto caucasici americani si è concluso con una condanna. Una cifra che contrasta con il 32,3% dei casi che coinvolgono afroamericani o il 30% dei casi che coinvolgono ispanici americani che si è concluso anche con condanne lì.

I tassi di criminalità diminuiscono una volta legalizzata la marijuana

Gli studi dimostrano che i dispensari di cannabis medica hanno minimizzato il crimine nelle loro comunità a causa di una maggiore presenza di polizia e più persone che camminano nella zona.

Inoltre, le prove indicano che le persone bevono meno e che le vendite di alcol diminuiscono nei paesi in cui la marijuana è legalizzata. La quantità di abuso e violenza legati alla droga è dieci volte maggiore dell’uso legato alla marijuana. Inoltre, le droghe illegali sono un fattore in circa il 40% dei crimini violenti.

Un passaggio dal consumo di alcol all’utilizzo di cannabis ridurrebbe al minimo i crimini legati all’alcol come abusi e aggressioni domestiche. 

Il crimine violento a Washington è calato negli anni successivi alla legalizzazione, secondo le statistiche del crimine dell’FBI. Se nel 2011 sono stati registrati 295,6 reati violenti su 100.000 cittadini di Washington, la cifra è scesa a 284,4 crimini violenti su 100.000 persone nel 2015.

Perchè la legalizzazione della cannabis può aiutare a salvare i fondi del governo

L’attuazione delle leggi contro la marijauana è costosa, in quanto ciò richiede ulteriori risorse di polizia, oltre a ulteriori lavori di laboratorio per determinare che la sostanza è davvero marijauana. 

L’arresto di individui per possesso di marijuana costa agli Stati Uniti miliardi di dollari ogni anno. Tali costi comprendono le spese relative alla polizia, amministrative e legali .

Limitare gli autori di reati alla marijuana in galera ogni anno costa agli Stati Uniti circa 600 milioni di dollari in più. L’economista di Harvard Jeffrey Miron prevede che legalizzare la marijuana potrebbe risparmiare tra $ 7,7 miliardi e $ 13,7 miliardi all’anno.

Infine, invece di arrestare le persone per la marijuana, gli agenti di polizia possono avere più tempo per concentrarsi su crimini gravi come stupro, aggressione e omicidio. Inoltre, avranno più risorse a portata di mano.

Ad esempio, la legalizzazione della marijuana a Washington ha contribuito ad espandere significativamente le risorse per le forze dell’ordine poiché gli arresti per possesso di marijuana sono diminuiti da 5.531 nell’anno precedente la legalizzazione, a 120 nell’anno successivo. Cioè, il 2013, il primo anno intero dopo il passaggio della Washington Initiative 502 (I-502) sulla riforma della marijuana. 

Perchè legalizzare la cannabis e consentire la possibilità di autoproduzione

I sostenitori della legalizzazione della marijuana sostengono che farà guadagnare miliardi di dollari al settore. Ciò genererà centinaia di migliaia di nuovi posti di lavoro, libererà scarse risorse di controllo e annullerà le enormi disparità razziali nella politica sulle droghe.

Se gli stati legalizzano la marijuana e permettono alle piante di cannabis di essere autoprodotte dai cittadini, possono ridurre al minimo il crimine di strada e portare via i profitti dai cartelli della droga. Tutto ciò può accadere mentre si rende sicuro l’uso della marijuana applicando monitoraggio, etichettatura e imballaggi a prova di bambino. 

Dicono che la marijuana sia molto meno pericolosa dell’alcool e, se lo desiderano, gli adulti dovrebbero avere il sacrosanto diritto di usarla.

Via Soft Secrets US

Leggi altri articoli di Soft Secrets sulla legalizzazione della cannabis
AVETE BISOGNO DI AIUTO PER UN PROBLEMA LEGATO ALLA DROGA? CONTATTATE LA VOSTRA LINEA DI ASSISTENZA LOCALE IL PIÙ PRESTO POSSIBILE. IN CASO DI IMMEDIATE CIRCOSTANZE DI PERICOLO DI VITA, CHIAMATE SUBITO IL 911!

Lascia una risposta

Messaggi recenti

Informazioni su Soft Secrets

Soft Secrets è la fonte principale di informazione per la coltivazione della cannabis, la legalizzazione, la cultura e l’intrattenimento per il suo pubblico dedicato e diversificato in tutto il mondo. La chiave è collegare le persone attraverso informazioni rilevanti e attuali con lo stesso interesse per la salute, lo stile di vita e le opportunità di business che la cultura della cannabis ha da offrire.