SVAPO DI THC La nuova tendenza nell’uso della cannabis

SVAPO-DI-THC
Ultimo aggiornamento
Lo svapo ha rivoluzionato il fumo di tabacco negli ultimi anni e ora sta avendo un reale impatto sul mercato della cannabis legale. Le penne da svapo sono molto meno lampanti del fumo di canne. Una cartuccia da svapo precaricata è un modo pratico e tecnologicamente nuovo per sballarsi senza odori forti o fumo.

I concentrati di cannabis sono costituiti da un estratto di THC psicoattivo e CBD. I prodotti chimici vengono utilizzati per estrarre le molecole di cannabis dalla cima e per creare i concentrati. La sostanza risultante viene venduta in forma liquida, di sostanza cerosa o come estremità usa e getta pronta all’uso per la vape pen.

Esistono molti modi diversi per acquistare e utilizzare concentrati di cannabis o persino per crearne uno vostro, tuttavia le vape pen THC precaricate sono senza dubbio il prodotto più diffuso sul mercato dei concentrati legali. Facili da nascondere grazie al vapore minimo prodotto e che si dissipa velocemente, sono anche in grado di erogare un dosaggio più preciso di quanto non si possa ottenere fumando, il che le rende ideali per chi ne fa uso medico e desidera effetti costanti, uniformi e discreti.

Nonostante l’allentamento della legislazione sulla cannabis, il concentrato di cannabis rimane illegale in molte aree che hanno altrimenti legalizzato l’uso di cannabis ricreativo e medico. Fra queste aree figurano tutto il Canada e alcuni degli Stati “legali” degli Stati Uniti.

Quindi perché i concentrati e lo svapo sono ancora visti con così grande cautela in questa nuova era dell’allentamento delle leggi sulla cannabis? Bene, è dovuto principalmente al modo in cui sono prodotti i concentrati e gli oli. La percezione diffusa è che le vape pen diano un effetto più pulito perché non si inala materiale vegetale bruciato, tuttavia questo non è del tutto vero poiché gli olii da svapo possono contenere agenti diluenti e tracce di agenti estrattivi, il che può rappresentare un rischio per la salute a lungo termine.

Ci sono anche preoccupazioni in merito all’elevata potenza e agli intensi effetti dello svapo. I concentrati di cannabis contengono livelli molto elevati di THC che possono variare dal 40% all’80%, che è fino a quattro volte più forte nel contenuto di THC rispetto alle cime di cannabis di alta qualità. Ci si preoccupa che lo svapo possa rivelarsi troppo per molti a causa di effetti più intensi dal punto di vista psicologico e fisico rispetto a quelli dell’inalazione attraverso i tradizionali metodi per fumare.

SVAPO-DI-THC
Primo piano della vape pen monouso con distillato di THC di White Jesus Genetics

Il morale della favola è che attualmente non esiste un modo efficace per regolamentare questi prodotti e non verranno condotte ulteriori ricerche e non saranno fornite prove in merito. Quindi, sebbene possa essere legale in alcuni Stati e Paesi, fino a quando non saranno in vigore le norme sanitarie ufficiali, chi acquista concentrati si assumerà un rischio, in quanto non vi è alcuna garanzia di ciò che è contenuto nei prodotti fino a quando non saranno stati adeguatamente regolamentati.

Nonostante questo grado di cautela, i concentrati di cannabis rimangono diffusi e hanno convertito molte persone sia nel mondo ricreativo che in quello medico. Tenendo presente tutto ciò, diamo un’occhiata più da vicino a come funzionano le vape pen THC precaricate e cosa si dovrebbe ricercare quando le si acquista e le si utilizza.

SVAPO-DI-THC
Batteria bruciata con distillato THC Burnt

Le cartucce di olio di THC precaricate sono mini serbatoi da svapo riempiti con olio a base di concentrato di cannabis. Il serbatoio contiene una piccola bobina, che riscalda l’olio e crea vapore che in seguito s’inala. Ogni cartuccia in genere contiene tra 0,5 e 1 ml di olio e dura normalmente circa 200-400 tiri. Esistono due tipi principali di cartucce THC precaricate. Il più diffuso è il serbatoio e-cig 510, lo standard di settore, che si collega alle e-liquid e alle vape pen standard. L’altro tipo di cartucce è chiamato pod e viene unito a un dispositivo di un marchio specifico.

Quando si utilizza per la prima volta una cartuccia di olio di THC precaricata, è utile tenere presente quanto segue. Se si riesce a regolare la tensione della pen, iniziate sempre con l’impostazione il più bassa possibile, perché si può sempre sperimentare in seguito per ottenere un effetto più forte, ma fate attenzione se sentite un gusto secco o bruciato, poiché questo potrebbe essere un segnale che si sta bruciando la bobina. Allo stesso modo, poiché la potenza delle vape pen può variare, è consigliabile iniziare con piccoli tiri da 3 secondi fino a quando non si è valutata la forza dell’olio. La maggior parte delle cartucce può essere ricaricata con il proprio liquido a base di THC o CBD o e-liquid prima che sia necessario sostituirle. Se si tratta di una cartuccia in stile 510, bisogna semplicemente svitare il bocchino e riempire il serbatoio. Vale la pena usare una siringa per avere maggior precisione e per fare meno confusione.

THC
Vape pen con diverse fragranze e intensità di White Jesus Genetics

È disponibile una gamma così ampia di cartucce precaricate che è possibile collegarle, svaparle e sostituirle solo quando sono vuote o quando il sapore inizia a sembrare bruciato. Anche la selezione dei sapori disponibili è eccezionale, il che consente di sperimentare le proprie varietà preferite in modo nuovo e puro.

Sul mercato ci sono molte cartucce di olio tra cui scegliere, ma a cosa si dovrebbe fare attenzione per assicurarsi di ottenere la migliore qualità riducendo al minimo i potenziali rischi per la salute? Ebbene, la prima cosa, e forse la più ovvia, è non comprare a buon mercato! Ovviamente non tutti possono permettersi di acquistare cartucce di olio di alta qualità farmaceutica, ma si dovrebbe sempre cercare di acquistare il meglio che ci si possa permettere. Le cartucce di olio a basso costo sono spesso ricche di solventi e solventi ed è quindi meglio evitarle, per tutelare la propria salute.

Si dovrebbe poi considerare il metodo di estrazione che è stato utilizzato per produrre l’olio. L’estrazione di CO2 è attualmente il metodo più diffuso e più sicuro per produrre cartucce di olio di cannabis, distillati e resine vive. Questo è dovuto al fatto che quando viene estratto tramite CO2, l’olio di THC non contiene solventi residui come alcol o butano.

Gli agenti diluenti sono un altro argomento importante di cui parlare. La maggior parte delle cartucce di olio di THC contengono un qualche tipo di agente diluente, necessario per creare e mantenere una consistenza ottimale dell’olio per lo svapo. Gli agenti diluenti più diffusi che si trovano nel normale e-liquid sono glicerina vegetale (GV) e glicole propilenico (GP). Alcune cartucce conterranno altri agenti di riempimento come PEG e TEC Temper, una formula nuova di zecca che è stata ottenuta da terpeni naturali. È una buona idea analizzare il contenuto di terpeni quando si sceglie una cartuccia, anche perché i terpeni servono come agente di riempimento naturale.

cannabis
Primo piano di vape pen con THC

Dal punto di vista del gusto, i terpeni sono importanti in quanto stabiliscono il sapore del vaporizzatore. I terpeni sono composti organici che si trovano in tutte le piante che conferiscono un sapore tipico. Nel caso della cannabis determinano il gusto di ogni varietà e interagiscono con i cannabinoidi attraverso l’effetto “entourage”, per creare effetti distintivi per ogni varietà.

Alcuni produttori di vaporizzatori aggiungono in realtà terpeni extra per migliorare il sapore e gli effetti, nel tentativo di offrire la versione migliore della varietà selezionata. Questi terpeni aggiuntivi sono attentamente miscelati da una varietà di terpeni puri e potenti che cooperano per creare l’effetto desiderato, che si tratti di maggiore energia, rilassamento, riduzione dello stress o maggiore chiarezza mentale. Questo può effettivamente essere utile a condizione che si garantisca che i terpeni aggiunti siano di “qualità alimentare”, il che implica che non solo sono biologici al cento per cento, ma il fatto che non siano stati riposti su uno scaffale per mesi con terpeni più puri comporta un’esperienza più potente per l’utilizzatore.

La tolleranza alla cannabis è un aspetto vario e individuale e quindi è fondamentale scegliere la cartuccia giusta a seconda delle proprie esigenze e dei propri limiti personali. Troppo forte e potreste essere nei guai e troppo debole e potreste non sentirne gli effetti. Se state cercando qualcosa di estremo a livello di forza, scegliete il distillato o la resina viva poiché contengono una quantità minima di agenti di riempimento e hanno i più alti elevati di terpeni e di THC.

Le cartucce precaricate sono disponibili in una gamma di combinazioni di THC e CBD. La ricerca ha dimostrato che il THC può effettivamente migliorare i benefici del CBD e viceversa e gli oli si trovano generalmente in rapporti diversi, come 50/50 o 80/20, di THC: CBD. Alcune cartucce possono anche incorporare altri cannabinoidi come CBN o THCv nella miscela e dichiarare di presentare benefici aggiuntivi oltre a quelli dell’olio da svapo THC e CBD standard.

Non si può negare che lo svapo sia un grosso business e gli addetti ai lavori del settore riferiscono come le vape pen di cannabis e altri prodotti concentrati potrebbero superare il mercato delle cime secche nel giro di cinque anni.

I dati pubblicati su forbes.com a settembre 2018 tratti da un rapporto di Arcview Market Research in collaborazione con BDS Analytics hanno previsto che la spesa per i concentrati di cannabis negli Stati Uniti avrebbe raggiunto quasi $ 3 miliardi entro la fine dell’anno, il che avrebbe costituito un incremento del 49% rispetto all’anno precedente. Inoltre, lo stesso rapporto prevede che entro il 2022, le vendite di prodotti concentrati negli Stati Uniti raggiungeranno gli 8,4 miliardi di dollari, il che corrisponde quasi agli 8,5 miliardi di dollari previsti nelle vendite di cime secche per lo stesso anno. Lo svapo rappresenta la maggior parte delle vendite di concentrati con il 58% della spesa per i concentrati nel 2018 che dovrebbe provenire da vaporizzatori precaricati.

Si prevede che questo modello si ripeterà in Canada quando, entro la fine dell’anno, la vendita di concentrati, ivi compreso l’olio da svapo, è destinata a essere legalizzata in alcune, se non in tutte le province. Il potenziale è grande, il che comporta stime secondo cui il mercato canadese dello svapo potrebbe valere fino a 600 milioni di dollari entro il 2021.

Il panorama dell’industria della cannabis è in costante evoluzione mentre la legalizzazione si fa strada e l’immagine e la percezione pubblica della cannabis diventano più positive. I fondi che vengono investiti in nuove innovazioni e tecnologie stanno contribuendo a portare sul mercato anche prodotti nuovi, convenienti ed efficaci a base di cannabis. Non vi è dubbio che l’aumento delle vape pen e delle vendite di concentrati dimostra che siamo solo all’inizio di una vera e propria rivoluzione nel modo in cui viene consumata la cannabis e che dovremmo essere molto entusiasti dei prossimi sviluppi.

AVETE BISOGNO DI AIUTO PER UN PROBLEMA LEGATO ALLA DROGA? CONTATTATE LA VOSTRA LINEA DI ASSISTENZA LOCALE IL PIÙ PRESTO POSSIBILE. IN CASO DI IMMEDIATE CIRCOSTANZE DI PERICOLO DI VITA, CHIAMATE SUBITO IL 911!

Lascia una risposta

Messaggi recenti

Informazioni su Soft Secrets

Soft Secrets è la fonte principale di informazione per la coltivazione della cannabis, la legalizzazione, la cultura e l’intrattenimento per il suo pubblico dedicato e diversificato in tutto il mondo. La chiave è collegare le persone attraverso informazioni rilevanti e attuali con lo stesso interesse per la salute, lo stile di vita e le opportunità di business che la cultura della cannabis ha da offrire.