Conte bis, cosa ne sarà della cannabis?

Conte bis, cosa ne sarà della cannabis con la formazione del secondo governo appoggiato da M5S e PD?

di Fabrizio Dentini
La seconda esperienza di Giuseppe Conte al governo si apre senza molte speranze per i partitari di una relazione con la cannabis più laica e pragmatica e quindi scevra dai contenuti fortemente ideologici che hanno caratterizzato le azioni del governo giallo verde.
La sua versione giallo rossa prenderà un’altra strada? Difficile dirlo, quello che sappiamo è che il famoso contratto di governo di marca leghista/pentastellato è ormai desueto e quindi non vincola più eventuali scatti in avanti in questa direzione.
Il Conte bis sarà pro cannabis, o la marijuana sarà relegata al di fuori del dibattito sul futuro del paese?
In Parlamento le proposte di legge non mancano, ma si avrà il coraggio di discuterle e condividerle?
I nostri rappresentanti parlano di manovra economica espansiva, e noi sottolineiamo che non ci sono soluzioni migliori che depenalizzare l’auto produzione immediatamente e gettare le basi così per una legalizzazione totale negli anni a venire.
Depenalizzare subito e senza indugio la coltivazione di cannabis per consumo personale come primo passo per togliere potere alla criminalità organizzata e per riconoscere ai cittadini il diritto a rapportarsi con questa pianta benefica senza dover temere la repressione statale.
Il testo unico sulla droga risale a quasi 30 anni or sono, bisogna andare oltre: il paese vive in condizioni drammatiche e manca un progetto per tornare fieri di essere italiani.
Andare oltre il testo del 1990 potrebbe essere un primo importante e necessario passo.

AVETE BISOGNO DI AIUTO PER UN PROBLEMA LEGATO ALLA DROGA? CONTATTATE LA VOSTRA LINEA DI ASSISTENZA LOCALE IL PIÙ PRESTO POSSIBILE. IN CASO DI IMMEDIATE CIRCOSTANZE DI PERICOLO DI VITA, CHIAMATE SUBITO IL 911!

Lascia una risposta

Messaggi recenti

Informazioni su Soft Secrets

Soft Secrets è la fonte principale di informazione per la coltivazione della cannabis, la legalizzazione, la cultura e l’intrattenimento per il suo pubblico dedicato e diversificato in tutto il mondo. La chiave è collegare le persone attraverso informazioni rilevanti e attuali con lo stesso interesse per la salute, lo stile di vita e le opportunità di business che la cultura della cannabis ha da offrire.