Sugo di pomodoro, con la cannabis è un capolavoro

Maria Novella De Luca
30 Nov 2022

“Viva la pappa col pomodoro che è un capolavoro” cantava anni fa Rita Pavone e anche se la canzone non faceva proprio riferimento al sugo bensì a un piatto di origine contadina, tipicamente toscano, l’ingrediente principale era pur sempre il pomodoro.


In effetti il pomodoro è uno degli ingredienti principali della dieta mediterranea nonché una vera e propria miniera di nutrienti. E il sugo di pomodoro è qualcosa di irrinunciabile per noi italiani. Una ricetta base della nostra cucina, un sugo molto apprezzato preparato con ingredienti semplici come la passata di pomodoro, olio d’oliva, aglio (o cipolla) e basilicoideale per mille preparazioni, da un semplice piatto di spaghetti alla pizza, dal ragù alle golose polpette al sugo. Insomma un ingrediente semplice, genuino e buonissimo, base di moltissimi piatti altrettanto buoni.

Oggi però vogliamo renderlo ancora più prezioso e darvi qualche consiglio per arricchire i vostri primi piatti con l’ingrediente segreto: la cannabis!

Una volta preparato deciderete voi con cosa utilizzarlo, le possibilità sono tante come detto prima, basta sbizzarrirsi e sperimentare. Il sugo alla cannabis si cucina facilmente ed è davvero delizioso. L'unica differenza con i normali sughi di pomodoro è che questo provoca effetti psicoattivi. Quindi, se avete ospiti, comunicate a tutti i presenti l'ingrediente magico aggiunto.

Per la sua preparazione dobbiamo procurarci:

500g di passata di pomodoro

½ tazza di canabutter

2 cucchiai di olio di cannabis

½ cucchiaino di timo

1 foglia di alloro

½ cucchiaino di sale

½ tazza di cipolle tritate

1 spicchio d’aglio schiacciato

2 peperoncini

½ bicchiere d’acqua

1 tazzina scarsa di vino rosso       

Prima di metterci all’opera con la preparazione del magico sugo alla cannabis vi ricordiamo velocemente come preparare da soli il vostro cannabutter. Non dovete fare altro che prendere un po’ di burro o olio, aggiungere la cannabis e scaldare il tutto a fuoco basso, per un paio d'ore. Bisogna mantenere il fuoco basso (a circa 110 gradi o anche meno) per garantire un corretto processo di decarbossilazione.

Leggi anche: Burro di cannabis Decarbossilazione e solubilizzazione

La decarbossilazione è una reazione chimica che consente ad un gruppo carbossilico di separarsi dal composto chimico inattivo THCA, rendendolo attivo nella forma THC. Questa reazione avviene solo ad una certa temperatura e consente al burro di acquisire la massima potenza psicoattiva. Temperature superiori ai 110 gradi potrebbero degradare il THC, rendendo il burro meno potente. Dopo aver lasciato sobbollire la miscela di burro o olio per un minimo di 2 ore (più tempo verrà riscaldata la miscela e meglio sarà), dovrete filtrarla attraverso un colino a maglia fine! Ed ecco fatto, il vostro cannabuter è pronto.

Ora possiamo tornare alla preparazione del nostro sugo.

Prendete una pentola e mettete a soffriggere le cipolle, l’aglio e i peperoncini con l’olio di cannabis. Una volta che le cipolle e l’aglio saranno belli dorati potete iniziare ad aggiungere il burro, il sale, la passata, il vino e gli aromi. 

A questo punto bisognerà lasciar cuocere tutto a fuoco lento, quindi mettete il coperchio e lasciate cuocere per almeno due ore. Controllate di tanto in tanto come si sta consumando il vostro sugo e se è necessario aggiungete dell’acqua.

Nel frattempo potete pensare cosa condire con questo ottimo sughetto e iniziare a invitare i vostri amici vantando una cena davvero speciale.

Buon appetito!

Leggi La ricetta del mese: la pizza che fa sorridere

M
Maria Novella De Luca