Walter De Benedetto indagato per coltivazione di cannabis

walter de benedetto indagato coltivazione cannabis

Walter De Benedetto indagato per coltivazione di cannabis. Prosegue il vigliacco accanimento giudiziario della Procura di Arezzo.

Walter De Benedetto è un uomo che soffre. Le sue condizioni fisiche sono estreme, la lucidità dei suoi ragionamenti ha come contraltare la sofferenza costante di un corpo martoriato dalla terribile malattia.

Walter, aretino di 48 anni, è stanco di lottare contro un’artrite reumatoide invasiva che ne ha debilitato il fisico. Le sue condizioni generali sono deplorevoli e, se nella cannabis e nell’olio che estraeva da questa pianta, aveva trovato un alleato che diminuisse l’intensità del suo soffrire, il suo fabbisogno è ben al di là di quanto riconosciuto dallo Stato e per questo motivo e solo per questo motivo Walter, in stato di necessità, ha infranto una legge liberticida che vieta ai cittadini italiani di coltivare la propria medicina.

Un caso di estrema ingiustizia che per lo meno ha il merito di portare l’attenzione sulle sofferenze di tanti pazienti che sono costretti a coltivare cannabis per la propria salute. A prescindere da uno Stato che da anni, dovrebbe garantirne l’accesso e a prescindere dalle leggi di questo Stato che senza compassione alcuna continua ad accanirsi su cittadini inermi con la sola colpa di voler cercare un sacrosanto benessere dentro una vita di sofferenze.

Ecco, di seguito, le parole di Walter che mostrano il coraggio di chi cammina nel sentiero della giustizia:

Ho diritto a 2 grammi di Bedrocan al giorno pagati dalla Regione e in più di mia tasca acquisto altri 30 grammi di Pedanios canadese. Novanta grammi mensili però non sono sufficienti per estrarre un olio di cannabis con alta concentrazione dei principi attivi. Solo quest’olio mi aiutava a raggiungere un po’ di sollievo. Per questo motivo ho coltivato le piante perché quello che lo Stato mi garantisce non mi basta.

Oggi mi domandano cosa provo dopo aver ricevuto la comunicazione di essere indagato. Sento amarezza, ma nonostante tutto continuo a fidarmi della magistratura e del buonsenso.

Io combatto un’altra guerra e nessuno lo capisce. I miei non sono nemmeno più dolori sono una vera agonia. Il mio problema è la compressione midollare che dal collo porta dolore in tutto il corpo. Sono stanco, ho la febbre costantemente. Sto perdendo la sensibilità al volto, sento come i ragni che mi camminano sul viso e mi gratto sino a sanguinare. Peso 42 chili, sono ormai senza denti, sembro un sopravvissuto ad Auschwitz. Non ho più grasso e vado in ipotermia la mattina quando mi lavano e adesso fa ancora caldo. Mi devo preparare per l’inverno adesso. Queste sono le mie preoccupazioni.

walter de benedetto indagato coltivazione cannabis
Walter De Benedetto indagato per coltivazione di cannabis. (Foto credits: canapamedica.it)


Foto copertina credits: Maria Novella De Luca

Leggi altri articoli di Soft Secrets della categoria medica
AVETE BISOGNO DI AIUTO PER UN PROBLEMA LEGATO ALLA DROGA? CONTATTATE LA VOSTRA LINEA DI ASSISTENZA LOCALE IL PIÙ PRESTO POSSIBILE. IN CASO DI IMMEDIATE CIRCOSTANZE DI PERICOLO DI VITA, CHIAMATE SUBITO IL 911!

Lascia una risposta

Messaggi recenti

Informazioni su Soft Secrets

Soft Secrets è la fonte principale di informazione per la coltivazione della cannabis, la legalizzazione, la cultura e l’intrattenimento per il suo pubblico dedicato e diversificato in tutto il mondo. La chiave è collegare le persone attraverso informazioni rilevanti e attuali con lo stesso interesse per la salute, lo stile di vita e le opportunità di business che la cultura della cannabis ha da offrire.