30 anni di Dutch Passion

30 anni di Dutch Passion

Dutch Passion nel 2017 celebra il suo 30° anniversario, che non molte società sono riuscite a raggiungere nella loro attività. È quindi il momento ideale per ripercorrere alcuni dei momenti topici di questi ‘Maestri all’opera’.

Umili inizi

Dutch Passion è stata istituita ufficialmente nel 1987, ma le prime genetiche sono state raccolte negli Anni Settanta, quando Henk van Dalen studiava Biologia all’Università di Amsterdam. In quel periodo la cannabis veniva importata ad Amsterdam da tutto il mondo. Henk ha iniziato a raccogliere semi dai vari lotti di cannabis provenienti da diverse fonti. Nei primi coffee shop di Amsterdam arrivava cannabis da Nigeria, Sudafrica, Brasile, Filippine, Tailandia e California. Queste varietà erano spesso piuttosto diverse a livello di effetto e qualità. I semi sono stati raccolti e hanno gettato le fondamenta del processo di selezione di Dutch Passion. In quel periodo, le tecniche di coltivazione indoor e la strumentazione utilizzata erano piuttosto elementari, ma Henk è riuscito a coltivare i semi e sono state poi scelte le piante migliori per selezione ed eventuali incroci. Dopo poco è apparso evidente che la cannabis coltivata ad Amsterdam era di qualità superiore rispetto a quella importata. Il panorama della coltivazione indoor degli anni Settanta era limitato, ma i primi pionieri dei semi si stavano già dando da fare e avevano una buona selezione di genetiche della cannabis provenienti da tutto il mondo. Oggi Dutch Passion opera ancora fuori da Amsterdam ed è rimasta fedele all’obiettivo originario, ossia concentrarsi esclusivamente sul raggiungimento della miglior qualità per i semi di cannabis.
30 anni di Dutch Passion

Semi femminizzati di cannabis

La coltivazione indoor di cannabis ha cominciato a decollare negli anni Ottanta e Novanta, grazie alla maggior diffusione delle varietà indoor di buona qualità. Allo stesso tempo, la disponibilità e la qualità di buone fonti di luce e strumentazione per la coltura indoor hanno cominciato a migliorare. La cannabis veniva ora coltivata indoor e outdoor in Europa, Nordamerica e altrove. Ora che era possibile coltivare la propria cannabis, l’attenzione si sposta sulla coltivazione alla massima convenienza e qualità. I piccoli coltivatori non erano soddisfatti e persino un po’ paranoici, al pensiero di dover far germinare e crescere piante maschio. Chiedevano sempre più a gran voce semi di cannabis femminizzati e dal momento che erano già disponibili sul mercato i semi vegetali femminizzati, volevano quelli di cannabis. Dopo aver effettuato numerosi test e provato diverse tecniche, Dutch Passion ha trovato un modo per produrre i primi semi femminizzati di cannabis negli anni Novanta. Può darsi che Dutch Passion abbia inventato i semi femminizzati di cannabis, ma tutti gli altri hanno seguito il suo esempio. Oggi i semi femminizzati di cannabis costituiscono più del 95% dei semi di cannabis venduti.

Una ricerca instancabile della qualità

Il team Dutch Passion è attivo in Europa, Russia, Sudamerica e Canada con dipendenti in diversi Paesi. Dutch Passion ha ancora alcuni dei genetisti e selezionatori originari, ma anche nuovi selezionatori giovani e con voglia di fare. Il team Dutch Passion ha anche legami con alcuni dei migliori grower ufficiali a livello mondiale, negli Stati Uniti, in Canada e in Sudamerica. Questo garantisce un accesso costante alle migliori genetiche emergenti a livello mondiale. Dutch Passion è ora un’organizzazione internazionale, il cui sito è tradotto in 10 lingue e i cui semi sono forniti ai coltivatori di tutte le dimensioni, a partire dal piccolo coltivatore autosufficiente che vuole coltivare per uso personale, ai grandi coltivatori legalmente riconosciuti che producono migliaia di piante di cannabis: tutti i coltivatori, di qualsiasi tipo e dimensione, si rivolgono a Dutch Passion per i semi di cannabis. I 30 anni di successi di Dutch Passion provengono dai molti anni di attività ininterrotta con migliaia di coltivatori che chiedono la miglior qualità e ripetibilità. Molti dei clienti, rivenditori, titolari di grow shop e distributori originari di Dutch Passion sono ancora fedeli all’azienda dopo 30 anni di attività grazie alla sua filosofia: offrire i semi di cannabis della migliore qualità e innovare ed esplorare costantemente nuove linee genetiche.
30 anni di Dutch Passion

Genetica, genetica, genetica.

Sebbene sia ricordata per aver offerto al mondo i semi femminizzati di cannabis, Dutch Passion ha dato anche altri contributi fondamentali alla community della cannabis.
• Genetica outdoor. Selezionando le varietà outdoor in Olanda, Dutch Passion ha creato una famiglia di varietà outdoor resistenti che possono crescere nel Nord Europa e in Nord America, anche in climi rigidi. Queste varietà, come Durban Poison, Frisian Dew, Hollands Hope e Passion #1, sono diventati i blocchi di partenza per molte delle varietà outdoor attuali.
• Genetica ad alto contenuto di CBD. Mentre le genetiche ad alto contenuto di CBD non siano la prassi per i coltivatori di cannabis per uso ricreazionale, sono fra le varietà più apprezzate dai coltivatori di cannabis per uso medico. Dutch Passion ha collaborato con ‘The CBD Crew’, un gruppo di selezionatori specializzati, per contribuire alla creazione delle prime varietà commerciali ad alto contenuto di CBD. Dutch Passion sta anche collaborando alla creazione di una futura varietà ad alto contenuto di CBG (cannabigerolo).
• Cannabis autofiorente. Grazie alla stretta collaborazione con ‘The Joint Doctor’, che ha contribuito alla creazione di genetiche autofiorenti, Dutch Passion si è guadagnata una forte posizione di pioniera nello sviluppo di cannabis autofiorente negli ultimi 10 anni. Oggi le varietà autofiorenti sono l’ennesimo sviluppo di cannabis mainstream che in pochi avevano previsto. Si può coltivare passando dai semi al raccolto con 20 ore di luce al giorno in 10-11 settimane, ottenendo la stessa potenza delle varietà tradizionali. Per molti piccoli coltivatori, le autofiorenti sono facili e convenienti indoor e outdoor.
• Genetiche tradizionali a fotoperiodo. Molti coltivatori conoscono le famose varietà di Dutch Passion ad alto contenuto di THC, come Orange Bud, Mazar, Blueberry, White Widow, Master Kush e altre. Possiamo ringraziare Dutch Passion per alcune linee genetiche consolidate utilizzate dalla community della cannabis negli ultimi trent’anni o più.
• Dutch Passion è l’unica banca di semi con varietà ‘Duck’ outdoor e autofiorenti a fotoperiodo stabile. Sviluppano foglie di cannabis palmate (di forma simile alle impronte lasciate dalle anatre), che offrono discrezione naturale e sono difficilmente identificabili come foglie di cannabis.

Attenzione costante a qualità e convenienza.

Dopo 30 anni al top e con una reputazione consolidata d’innovazione, auguriamo al team Dutch Passion altri 30 anni di successo. Si è già espansa al settore delle luci LED da coltura con la società collegata ‘Crazy LEDs & More’ e si dice che stia pianificando nuovi progetti di rilievo. Non vediamo l’ora di scoprire il nuovo capitolo dell’avventura di Dutch Passion…

AVETE BISOGNO DI AIUTO PER UN PROBLEMA LEGATO ALLA DROGA? CONTATTATE LA VOSTRA LINEA DI ASSISTENZA LOCALE IL PIÙ PRESTO POSSIBILE. IN CASO DI IMMEDIATE CIRCOSTANZE DI PERICOLO DI VITA, CHIAMATE SUBITO IL 911!

Lascia una risposta

Messaggi recenti

Informazioni su Soft Secrets

Soft Secrets è la fonte principale di informazione per la coltivazione della cannabis, la legalizzazione, la cultura e l’intrattenimento per il suo pubblico dedicato e diversificato in tutto il mondo. La chiave è collegare le persone attraverso informazioni rilevanti e attuali con lo stesso interesse per la salute, lo stile di vita e le opportunità di business che la cultura della cannabis ha da offrire.