Uruguay. La protesta ONU

OICS accusa l'Uruguay

La legge sulla produzione e vendita della cannabis approvata martedì dall'Uruguay contravviene alla legalità internazionale: lo ha reso noto l'Organismo Internazionale per il Controllo degli Stupefacenti (Oics), agenzia dipendente dalle Nazioni Unite.

Secondo l'Oics infatti il testo viola la Convenzione unica sugli stupefacenti del 1961, di cui l'Uruguay è Paese firmatario, e non tiene conto degli effetti negativi sulla salute.

“In particolare, l'uso e l'abuso della cannabis da parte dei giovani può avere effetti gravi sul loro sviluppo, e fumare cannabis è più cancerogeno del fumare tabacco”, ha commentato il presidente dell'Oics, Raymond Yans.

L'obbiettivo dichiarato della legge è quella di “minimizzare i rischi e ridurre i danni derivati dall'uso della cannabis”, il cui consumo – diversamente dal commercio – non è comunque illegale. E' inoltre prevista la creazione di uno speciale organismo di controllo con il compito di gestire produzione e distribuzione: i consumatori – residenti in Uruguay e maggiorenni – verrebbero iscritti in uno speciale registro ed avrebbero diritto all'acquisto di 40 grammi mensili nelle farmacie autorizzate.

 

Fonte: TM News

Messaggi recenti

Informazioni su Soft Secrets

Soft Secrets è la fonte principale di informazione per la coltivazione della cannabis, la legalizzazione, la cultura e l’intrattenimento per il suo pubblico dedicato e diversificato in tutto il mondo. La chiave è collegare le persone attraverso informazioni rilevanti e attuali con lo stesso interesse per la salute, lo stile di vita e le opportunità di business che la cultura della cannabis ha da offrire.

AVETE BISOGNO DI AIUTO PER UN PROBLEMA LEGATO ALLA DROGA? CONTATTATE LA VOSTRA LINEA DI ASSISTENZA LOCALE IL PIÙ PRESTO POSSIBILE. IN CASO DI IMMEDIATE CIRCOSTANZE DI PERICOLO DI VITA, CHIAMATE SUBITO IL 911!

Lascia una risposta