Ultimo aggiornamento

Se un autore di testi sulla coltivazione di cannabis, di successo, noto a livello mondiale, scommette la sua reputazione su un nuovo ceppo di cannabis, la qualità dei risultati è particolarmente interessante.

Se un autore di testi sulla coltivazione di cannabis, di successo, noto a livello mondiale, scommette la sua reputazione su un nuovo ceppo di cannabis, la qualità dei risultati è particolarmente interessante. Dopo tutto il nome rappresenta un prodotto di elevata qualità. Jorge's Diamonds #1 si sarebbe realmente dimostrata un tesoro di diamanti?

La Jorge's Diamonds #1 è il risultato di un progetto sui ceppi congiunto di Dutch Passion e Jorge Cervantes, autore di molti libri conosciuti sulla coltivazione della cannabis e di numerosi articoli apparsi su svariate riviste sulla cannabis di tutto il mondo. Ho chiesto a Jorge come è nata la collaborazione con Dutch Passion: “Conosco Henk personalmente da oltre 10 anni e la nostra amicizia si è rafforzata con il tempo. Lo vedo in molte fiere della cannabis. DP è il maggior rivenditore di semi in Europa e ha una reputazione notevole. I ceppi di DP sono fra i più forti e mettono molto impegno nella produzione di semi. Un giorno abbiamo parlato e abbiamo cominciato a discutere di un ceppo che riportasse il nome di Jorge. Abbiamo pensato entrambi che fosse una buona idea. DP manda migliaia e migliaia di cataloghi ogni anno. Volevo vendere più libri in Europa e ho deciso che sarebbe stata una buona idea che il mio nome comparisse su uno dei loro semi. È pubblicità gratuita per i miei libri!”. Quando gli è stato chiesto che ruolo avesse Jorge nello sviluppo della Jorge's Diamonds #1, ha detto: “Sono stato il degustatore e il selezionatore di ceppi più semplice che ci potesse essere. Mi sono state presentate varie selezioni di DP. Ho scelto quella che mi piaceva di più. Ho seguito il mio istinto e ho scelto una fragranza e un aroma dolci, delicata da fumare e con un effetto potente e duraturo. Ho anche considerato il fatto che questa pianta è facile da coltivare e molto flessibile, quindi è adatta a ogni tipo di coltivatore.”

La genetica del ceppo è stata selezionata dal “Gruppo di Ricerca Genetica” di Dutch Passion, che opera da ormai 25 anni. La società di semi lo descrive come un “ceppo unico a predominanza indica, ricoperto di resina, che è potente, dolce, saporito e incredibilmente delicato da fumare”. Per quanto riguarda il pedigree della Jorge's Diamonds #1, Dutch Passion dichiara: “rari geni a predominanza indica miscelati con la giusta quantità di sativa per dare un effetto forte e duraturo”. Per quanto riguarda l'aroma, Dutch Passion promette molto: “La fragranza e l'aroma eccezionali sono fruttati e dolci. Il gusto insaziabile è dolce e simile al miele selvatico con accento di lampone”. A parte ciò, secondo Dutch Passion, la Jorge's Diamonds #1 non dovrebbe richiedere manutenzione e cure, dato che sembra che gli acari e gli altri insetti infestanti la lascino in pace. Dutch Passion fornisce inoltre indicazioni precise a chi ne fa uso officinale: alla cromatografia a strato sottile, la percentuale rilevata di THC della Jorge's Diamonds #1 è compresa fra il 16 e il 18%, mentre il ceppo ha una concentrazione elevata di THCV, CBD e CBN. La fioritura dura 8-9 settimane in indoor, con una resa che varia dai 200 ai 500 g/m2. Tuttavia, grazie a un periodo di maturazione piuttosto precoce a metà ottobre, sotto la luce naturale, la Jorge's Diamonds #1 può anche essere coltivata in outdoor, quindi si può dire che sia anche un ceppo molto versatile.

Quando il ceppo è stato lanciato sul mercato dei semi nel 2008 – esclusivamente sotto forma di semi femminizzati – ha avuto molto successo, suscitando la curiosità di molti coltivatori di tutto il mondo. Uno di questi era “The Doc”, un coltivatore tedesco con esperienza che si era procurato questo nome per il fatto che sapesse sempre esattamente di cosa avesse bisogno una pianta, risolvendo così ogni tipo di problema di coltivazione grazie al suo pollice verde e spingendo le piante a raggiungere le massime prestazioni possibili. The Doc ha messo nella terra una confezione intera (10 semi) di semi femminizzati di Jorge's Diamonds #1. Un paio di giorni più tardi, si è reso conto con soddisfazione, che tutti i semi erano germinati. Sono cresciuti poi in vasi da un litro (pieni di terra adatta) per due settimane, in un'area da 0,25 m2, sotto due fonti CFL da 125 W (6400 K). Sono cresciute molto bene, mostrando una crescita molto compatta e diventando verdi e lussureggianti, in perfetto stile indica. È stato incredibile notare quanto le dieci pianticelle fossero omogenee: sembravano quasi cloni. The Doc ha poi trapiantato le pianticelle in vasi da 6,5 litri contenenti terra Plagron Standard Mix più un 5% di hydro per migliorare ulteriormente l'aerazione del terreno. È giunto poi il momento di somministrare molta luce alle piante di Jorge's Diamonds #1. The Doc ha sostituito le due fonti CFL con Osram Planta Star (HPS): due fonti da 600 W e una da 400 W. Ha poi spostato le piante in un'area di coltivazione da 2,5 m2. Hanno trascorso altre due settimane in fase vegetativa con 18 ore di luce al giorno. La potente illuminazione e il clima perfetto nell'area di coltura (perfettamente attrezzata, fra le altre cose, anche con un dispositivo di controllo automatico SPC della temperatura) hanno portato a una crescita molto rapida, sempre estremamente uniforme e compatta e le piante di Jorge's Diamonds #1 avevano internodi molto corti, 10-12 per pianta, a un'altezza di soli 40-50 centimetri! Avevano anche molta ramificazione e questo comportava la presenza di rami laterali molto forti.

Dopo quattro settimane, The Doc ha indotto la fioritura cambiando il fotoperiodo da 18/6 a 12/12. Una settimana dopo, tutte le piante hanno rivelato il loro genere: femmine. The Doc ha tolto alcune foglie nella parte inferiore, dato che erano diventate così grandi da mettere in ombra completa i rami laterali. Nel corso della fioritura, sono emerse differenze notevoli a livello di modello di crescita. La maggior parte delle piante ha cominciato a estendersi immediatamente. Sei delle piante sono cresciute in maniera omogenea, guadagnando rapidamente altezza. Dopo due settimane in fioritura, mi erano già arrivate all'altezza del petto. Un'altra pianta stava diventando ancora più alta, il che mi ricordava tanto una pianta sativa. Le altre due piante sono rimaste piccole e più tozze, mostrando chiaramente i geni a predominanza indica, diventando molto compatte nella fase di fioritura. Dopo la terza settimana di fioritura, numerosi “fiorellini” erano emersi sulla punta dei rami e si stavano per sviluppare molte ghiandole di resina, mentre la fioritura era ormai a pieno regime. The Doc ha nutrito molto bene le piante. Il fogliame erano ancora completamente sano e verde, senza fenomeni d'ingiallimento. Dopo quattro settimane di fioritura, la maggior parte delle piante mi era arrivata all'altezza delle spalle. Le cime sono cresciute sempre più, diventando incredibilmente dense e spesse. Anche a livello di foglie, si erano formate molte ghiandole di resina nel frattempo e la Jorge's Diamonds #1 si è dimostrata essere un ceppo estremamente resinoso. Le enormi piante consumavano molta acqua, da uno a due litri al giorno. Sulla maggior parte delle piante, la struttura di fioritura era a predominanza sativa, le cime erano lunghe e lanceolate con un rapporto elevato calice-foglia, ma molto più dense e spesse rispetto a quelle classiche di sativa, grazie all'influenza indica. Senza ombra di dubbio, sono state “campionesse pesi massimi di cime”. Fra la settima e l'ottava settimana di fioritura, molte cime sono diventate così pesanti da dover essere sostenute, così The Doc ha messo dei supporti. Le piante di Jorge's Diamonds #1 sono diventate molto grandi, ricoperte di cime bianco neve composte da piccoli calici in grandi quantità, uniti uno all'altro. C'era da aspettarsi un raccolto incredibile: The Doc aveva ormai preso la febbre dei diamanti verdi!

Fra le otto piante alte di Jorge's Diamonds #1, c'era un esemplare che The Doc ha chiamato il “fenotipo di haze”. Senza dubbio si trattava della pianta più alta, che ha prodotto cime argentee molto lunghe, quasi senza foglie, con calici particolarmente piccoli. Aveva inoltre una fragranza di pianta Haze. Questo ha porto The Doc a credere che la Haze fosse una delle componenti genetiche della Jorge's Diamonds #1. Ha capito che queste piante di Jorge's Diamonds #1 dovevano essere raccolte in due fasi: la parte principale della pianta e la parte finale di tutti i rami sono state raccolte dopo circa otto settimane di fioritura, mentre le cime rimanenti ci hanno messo un'altra settimana o due per maturare completamente.

Dopo che tutte le cime si sono essiccate, The Doc le ha messe sulla bilancia ed è rimasto sorpreso dei risultati: la resa è stata di 90 grammi per pianta in media, con una punta di 110 grammi prodotta da una delle piante. Inoltre, ha ottenuto moltissimo fogliame resinoso per il suo Ice-O-Lator.

La maggior parte delle cime aveva un gusto e una fragranza molto dolci, di miele e alcune di loro avevano anche dei tocchi fruttati nell'aroma. L'effetto è stato forte come ci si aspettava, ma anche complesso, con un effetto cerebrale duraturo tipico della sativa, unito a un leggero grado di stordimento. Non è stata certo una sorpresa che la pianta con fenotipo Haze provocasse un effetto tipico della Haze senza alcuna influenza indica, mentre le due piante con fenotipo di indica hanno provocato un effetto molto più tipico dell'indica.

Una delle dieci pianta aveva prodotto pochissimi fiori maschi dopo sei settimane di fioritura alla base delle due cime, ma The Doc è riuscito a scoprirli in breve tempo e a liberarsene. Da quel momento in poi, questa pianta ha prodotto solo fiori femmina. Altre due piante hanno mostrato due “banane” sulla cima principale alla fine della fioritura, ma non erano fertili, non in grado di contenere polline.

Nel complesso The doc è rimasto molto soddisfatto della Jorge's Diamonds #1: la sua stanza del tesoro si è riempita di quasi un chilo di diamanti verdi pregiati, con una potenza e un aroma che avrebbero fatto la gioia degli intenditori. Ha pensato che per questo ceppo si dovesse senza dubbio onorare Jorge Cervantes ed è giunto alla conclusione che questo tipo di diamanti sono davvero i migliori amici del coltivatore. I semi femminizzati di Jorge's Diamonds #1 sono disponibili in confezioni da cinque o dieci.

Green Born Identity – G.B.I

Dati di coltivazione:

Ceppo Jorge's Diamonds #1 (A predominanza Indica)
Fase vegetativa Qui: 4 settimane
Fase di fioritura Qui: 8-10 settimane, 8-9 settimane in generale
Substrato Plagron Standard Mix, vasi da 6,5 litri
pH 6-6.5
EC Fase vegetativa: 1.2-1.6 mS / Fase di fioritura: 1.6-2.0 mS
Luce Prima metà della fase vegetativa: 2 x CFL (6400 K) da 125 W
Seconda metà della fase vegetativa e fase di fioritura: 2 x 600 W e 1 x 400 W Osram Planta Star
Temperatura Fase vegetativa: 22-24°C / Fase di fioritura: 24-28°C
Umidità dell'aria Fase vegetativa: 40-60% / Fase di fioritura: 50%
Irrigazione A mano
Fertilizzanti HeSi Blühkomplex, HeSi Phosphor Plus
Additivi Nitrozyme, HeSi Boost Complex
Altezza 160-180 cm, due piante erano notevolmente più basse.
Resa 90 grammi per pianta in media

AVETE BISOGNO DI AIUTO PER UN PROBLEMA LEGATO ALLA DROGA? CONTATTATE LA VOSTRA LINEA DI ASSISTENZA LOCALE IL PIÙ PRESTO POSSIBILE. IN CASO DI IMMEDIATE CIRCOSTANZE DI PERICOLO DI VITA, CHIAMATE SUBITO IL 911!

Lascia una risposta

Messaggi recenti

Informazioni su Soft Secrets

Soft Secrets è la fonte principale di informazione per la coltivazione della cannabis, la legalizzazione, la cultura e l’intrattenimento per il suo pubblico dedicato e diversificato in tutto il mondo. La chiave è collegare le persone attraverso informazioni rilevanti e attuali con lo stesso interesse per la salute, lo stile di vita e le opportunità di business che la cultura della cannabis ha da offrire.