Coltivare cannabis in serra con Jorge Cervantes

Soft Secrets
25 Feb 2021

Coltivare cannabis in serra con Jorge Cervantes


Introduzione su come coltivare cannabis in serra

Coltivare cannabis in serra per uso medico e ricreativo è un metodo efficiente e meno impattante sull’ambiente e sul portafoglio rispetto alla coltura al chiuso sotto fonti di luce. Le serre non riscaldate proteggono le piante dalle intemperie e prolungano la stagione di coltivazione di diversi mesi; aggiungete calore e potrete coltivare tutto l’anno nella maggior parte dei climi. Il terreno si riscalda in poco tempo nelle aiuole rialzate e nelle piante in contenitore. Le serre per coltivare cannabis possono anche essere dotate di luci per prolungare la fase vegetativa o per aumentare la luce naturale del sole. Le serre “Light Dep” possono essere oscurate per indurre la fioritura con un programma di 12/12 ore di giorno/notte durante l’estate. Le serre per la privazione della luce sono così diffuse nella California del Nord che ogni anno Garberville celebra i “Golden Tarp Awards”, il riconoscimento i migliori fiori ottenuti in Light Dep. Ho visto molti coltivatori inesperti investire troppo denaro nella loro serra per cose di cui non avevano bisogno o che non utilizzavano. In ogni caso, i coltivatori non avevano pianificato in modo chiaro per iscritto ed erano motivati dall’emozione e non dal buon senso. [caption id="attachment_42605" align="alignnone" width="1920"]coltivare-in-serra Coltivare in serra piccola è facile da predisporre e da allestire.[/caption] Le serre possono essere temporanee o permanenti. Le strutture permanenti sono più costose da predisporre e può essere necessaria una licenza edilizia. Le serre temporanee possono essere rimosse quando il tempo lo consente e sostituite, se necessario. Siate realistici. Se volete coltivare cannabis in serra dovete chiedervi se lo scopo della serra è un hobby o una vera e propria attività? Userete effettivamente la serra tra qualche anno per coltivare piante o si trasformerà in un edificio per lo stoccaggio? È facile esagerare nella costruzione e nell’acquisto - materiali da costruzione eccessivi ed esageratamente costosi, scarsa pianificazione, acquistare cose per risolvere i problemi dopo il fatto, controller costosi, luci alla moda, voler essere più fichi dei vostri amici perché avete qualcosa che loro non hanno. Togliete le vostre emozioni dall’equazione. I vicini potrebbero odiarla. Controllate prima di cominciare. Il tipo di struttura che scegliete dipende dalle dimensioni e dalla posizione della vostra area di coltivazione, dal vostro budget e da quanto tempo potete dedicare alla vostra coltura. Le piccole serre “pop-up” mobili sono comode e pratiche. Si possono assemblare semplici strutture a freddo e serre utilizzando materiali diffusi quali vecchie finestre a telaio e piccole travi di 5 × 10 cm. Le serre piccole riscaldate e raffreddate sono un po’ più complesse. Le case a telaio sono pratiche ed economiche e facili da installare. Per quanto riguarda le serre commerciali di grandi dimensioni, è preferibile acquistarle e farle installare da professionisti. Una buona serra specializzata può essere utilizzata tutto l’anno nella maggior parte dei climi. Tuttavia, i costi di riscaldamento e raffreddamento variano in relazione al clima e ai cambiamenti climatici stagionali. Quando dovete decidere quale struttura da coltivazione utilizzare, date prima un’occhiata al vostro budget sia in termini di denaro che di tempo. Le serre possono richiedere lo stesso o un maggior sforzo rispetto a una coltivazione indoor. Iniziate con una piccola serra e studiate i pro e i contro della coltivazione nel vostro clima. Le serre tendono a surriscaldarsi rapidamente quando le colpisce il calore del sole e a raffreddarsi velocemente quando tramonta il sole. Evitare le eccessive oscillazioni della temperatura può essere arduo. Ci vuole esperienza e un po’ di fortuna per padroneggiare la gestione della temperatura. Le serre devono avere:
  • pieno sole fino a un ombreggiamento parziale a mezzogiorno
  • corretta circolazione d’aria e ventilazione
  • buona umidità e controllo dei parassiti
  • prese elettriche resistenti all’acqua
  • una canna d’acqua
  • linee dell’acqua isolate per evitare il congelamento, se necessario
  • tavoli, panche e luoghi per appendere le piante (se non sono a terra)
  • un luogo asciutto per conservare fertilizzanti, terriccio e attrezzi

Come posizionarla.

Scegliere la posizione perfetta per collocare la vostra serra abbatterà i costi ed eviterà molti problemi potenziali. Quando si trova nella posizione ideale, i costi di riscaldamento e raffreddamento saranno minimi e si potrà utilizzare la geografia circostante per mantenere l’aria circostante e all’interno della struttura. Orientare la serra nella direzione giusta permetterà di sfruttare la traiettoria naturale del sole in modo che tutte le piante ricevano la massima quantità di luce solare diretta. Se il vostro clima di coltivazione è piuttosto ventoso, proteggere la struttura dal vento consentirà di risparmiare su costi di costruzione e stress. La possibilità di guidare un veicolo e di far rotolare un carro e una carriola su un terreno pianeggiante verso la coltivazione rende più facile scaricare i rifornimenti. Un’ubicazione in piano consente inoltre di evitare di scavare il terreno e le rocce prima dell’inizio dei lavori di costruzione. Disporre di una fonte d’acqua accessibile per l’irrigazione è fondamentale. Potrebbe essere necessario anche un approvvigionamento elettrico per far funzionare ventilatori, luci ed elettroutensili. È meglio pianificare in anticipo e assicurarsi di aver sistemato tutto prima di prendere in mano la pala. [caption id="attachment_42604" align="alignnone" width="1920"]coltivare-in-serra Coltivare in serra. Le estremità di questa sono orientate da nord a sud in modo tale che le piante ricevano il massimo della luce.[/caption] L’esposizione a sud è ideale e vi assicura che più sole splenda sulla vostra deliziosa coltura al chiuso. Tutto ruota intorno al percorso del sole attraverso il cielo. Dopo il sud, la posizione successiva migliore in relazione alla luce del sole è quella a sud-est, seguita da quella a sud-ovest, mentre quella a nord è l’ultima. Orientate la serra da est a ovest in modo tale che il sole passi da un’estremità all’altra e non da un lato all’altro. Le ombre sono ridotte al minimo quando la serra è orientata parallelamente alla traiettoria del sole. Orientare la serra in modo tale che le estremità siano esposte da nord a sud comporta un maggior numero di piante all’ombra, il che non va bene. Il calore generato dal sole si raccoglie all’interno delle serre. Idealmente è possibile collocare la struttura all’ombra di un albero caducifoglio in modo tale che la serra riceva ombra durante la fase più calda delle giornate estive. In inverno, quando il sole è più basso nel cielo, gli alberi caducifogli perdono le foglie e lasciano passare la luce direttamente alla serra. Mi piace moltissimo il modo in cui Madre Natura ci rende la vita così facile! [caption id="attachment_42603" align="alignnone" width="1920"] Coltivare cannabis in serra. Questa robusta serra è rivestita di plastica rigida che protegge le piante dai venti forti.[/caption] Il vento è una delle preoccupazioni principali. Il costo di costruzione di una serra resistente al vento sale con l’aumentare della velocità dell’aria. Proteggendo la serra dal vento forte si risparmia sulle spese di riscaldamento e raffreddamento. Gli edifici, gli alberi e il fogliame alto intorno alla serra riducono la velocità del vento. La costruzione di una barriera antivento permeabile all’ombra è un'opzione relativamente economica per ridurre la velocità del vento. Una serra con molte crepe e buchi aperti lascia entrare il vento. Il vento succhia la vita dalle piante, facendole seccare in poco tempo, il che aumenta la manutenzione a livello d’irrigazione. Rallenta inoltre la crescita. Un buon drenaggio del terreno è fondamentale quando si coltiva in contenitori e soprattutto se si coltiva nel terreno della serra. Molta acqua sarà assorbita dal terreno. Se il drenaggio è scarso l’acqua si accumula al di sotto creando un maggior numero di problemi. Il drenaggio naturale è gratis. Costruire un sistema di drenaggio è costoso e richiede tempo. Il terreno pianeggiante vince! Ai vecchi tempi, prima della legalizzazione, eravamo costretti a collocare le serre sui pendii delle colline o nelle zone basse sotto gli alberi, ma non è più così! Dovrete trasportare un sacco di rifornimenti nella serra e il materiale raccolto fuori. Guidare un veicolo su un terreno pianeggiante che rimane asciutto tutto l’anno rende la vita più facile. Evitate di allestire una serra in punti bassi con una falda acquifera alta, su pianure alluvionali e pendii collinari. Tutti questi luoghi vi obbligano a lavorare di più e hanno costi più elevati per la manutenzione. Una buona fonte di acqua pulita è fondamentale. Se possibile, fate passare un condotto sotterraneo principale dell’acqua fino alla serra e mettete la canna dell’acqua all’interno della serra. Questo assicurerà anche un’adeguata pressione dell’acqua. L’installazione della canna dell’acqua vicino alla porta principale all’interno della parete è meno costosa e più facile da raggiungere. L’acqua è disponibile sia all’interno che all’esterno della struttura. Assicuratevi che la linea principale verso la serra fornisca più acqua di quanta ve ne serva, in modo tale, se vi servisse, da poter incrementare i metri quadrati in seguito. Interrate la linea abbastanza in profondità in modo tale che il passaggio dei veicoli e il terreno gelato non interrompano la fornitura. Se non è possibile interrare la linea principale, assicuratevi che possa essere drenata quando arriva il gelo. [caption id="attachment_42602" align="alignnone" width="1920"] Coltivare cannabis in serra. Installate un adeguato servizio elettrico per far funzionare luci, pompe e motori. Assicuratevi che sia collegato a terra per evitare shock elettrici.[/caption] Il servizio elettrico può essere necessario per far funzionare ventilatori elettrici, pompe, luci e utensili elettrici. Sarà necessaria una linea elettrica dedicata interrata in un condotto o infilata abbastanza in alto in modo che i macchinari possano passare al di sotto della stessa. Utilizzate solo cavi e guaine elettriche con messa a terra per uso sotterraneo. Gli spostamenti nel terreno e l’umidità possono interrompere il servizio elettrico. È inoltre necessario usare un cavo dello spessore adeguato. La tensione elettrica diminuisce man mano che l’elettricità si allontana dalla sorgente. Installate un quadro elettrico con interruttori nella serra per interrompere l’elettricità in caso di sovraccarico o cortocircuito. Ventilatori, pompe, utensili elettrici e luci possono assorbire molta elettricità. Il loro consumo elettrico è valutato in ampere e riportato sul rispettivo dispositivo. Sommate il totale di tutti i dispositivi per conoscere il consumo totale in ampere. L’alimentazione elettrica dovrà essere almeno il 20% in più degli ampere totali utilizzati quando tutto è acceso. Vi consiglio di fare in modo che l’alimentazione elettrica sia più elevata di quella che prevedete di utilizzare in modo tale che possiate poi ingrandire la vostra struttura. Consulto sempre un elettricista qualificato per questo tipo di progetti, vi chiedo per fare di fare lo stesso. Consultate la sezione “About Electricity” nel capitolo 21, Lights and Electricity per maggiori informazioni.
Leggi altri articoli di Soft Secrets sul growing
Segui Soft Secrets su Facebook e Twitter
Questo è un estratto della nuova 7a edizione, non pubblicata, di Marijuana Horticulture (ossia la Bibbia) di Jorge Cervantes. La 7a edizione di Marijuana Horticulture sarà disponibile nel 2021, in autunno. Potete trovare tutti i libri di Jorge su Amazon.
S
Soft Secrets