Le migliori varietà di Buddha Seeds per combattere lo stress, l’ansia e la depressione

Le migliori varietà di Buddha Seeds per combattere lo stress, l'ansia e la depressione
Advertorial
La depressione è un disturbo mentale comune che colpisce più di 300 milioni di persone nel mondo nel 2018, secondo l'Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS). Da parte sua, l'ansia colpisce più di 284 milioni di persone, dati raccolti da Our World in data nel 2017.

Uno studio del Dipartimento di Psicologia della Washingon State University ha rivelato che la cannabis inalata riduce significativamente la depressione, l’ansia e lo stress. Lo studio, pubblicato dal Journal of Affective Disorders nell’agosto 2018 nota che la cannabis riduce i livelli di depressione fino al 50%, e il 58% per l’ansia e lo stress.

I risultati più significativi dello studio sono stati i seguenti:

– La riduzione dell’ansia era maggiore nelle donne che negli uomini.

– Un basso livello di THC / alto livello di CBD riduce i sintomi depressivi.

– Un alto THC / alto CBD riduce i livelli di stress.

– Concentrazioni più alte di THC e CBD riducono i livelli di ansia.

Secondo questa ricerca, la cannabis è comunemente usata per alleviare la depressione, l’ansia e lo stress. Infatti, una delle ragioni più comuni per l’uso di cannabis è quella di far fronte allo stress (Hyman e Sinha, 2009), con il 72% dei consumatori di cannabis che la consumano quotidianamente per rilassarsi o alleviare la tensione (Johnston e O’ Malley, 1986).

Coerentemente con questi risultati, Webb e Webb (2014) trovarono che il 50% dei pazienti che usarono la cannabis medica per trattare il dolore riferirono che dettero sollievo da ansia e stress.

Le migliori varietà di Buddha Seeds per combattere lo stress, l'ansia e la depressione

Quale varietà di Buddha Seeds possono aiutarti con lo stress, l'ansia e la depressione?

Ogni pianta di cannabis ha una genetica con una composizione diversa, cioè diversi livelli e combinazioni di cannabinoidi, terpenoidi, flavoinoidi, ecc. Secondo il dottor Garcia de Palau, della Kalapa Clinic, l’effetto terapeutico di una varietà di cannabis è determinato dalla percentuale di cannabinoidi, terpeni, flavonoidi e altre sostanze attive presenti nelle diverse varietà o ceppi.

Ecco perché ogni genetica genera una diversa psicoattività. Così, alcuni ceppi sativa hanno un effetto euforico e cerebrale mentre i ceppi indica hanno un effetto narcotico, sedativo e fisico. In questo modo, una varietà sativa potrebbe funzionare nei pazienti con depressione, mentre una varietà indica potrebbe aiutare negli episodi di stress.

Deimos di Buddha Seeds è una varietà autofiorente a dominanza indica, ideale per indurre calma e rilassamento. Se optate per la non-autofiorente, Kraken è la varietà che stavate cercando, con una potenza altamente narcotica.

Nel caso delle varietà sativa raccomandiamo le varietà auto Magnum o Calamity Jane e Pulsar, varietà non auto. Con queste varietà sativa di Buddha Seeds otterrete un effetto più euforico ed energizzante.

Le migliori varietà di Buddha Seeds per combattere lo stress, l'ansia e la depressione

Effetto Entourage o entourage della cannabis

A volte, ci sono patologie che non possono essere trattate con un solo cannabinoide. La sinergia tra diversi cannabinoidi produce l’effetto entourage, un termine coniato dal ricercatore israeliano Raphael Mechoulam, che sostiene che i composti secondari della cannabis, come i terpeni, possono aumentare gli effetti benefici del THC e ridurre l’ansia indotta dalla sua psicoattività. Cioè, la sinergia del CBD e di altri componenti della cannabis con il THC aumenta i suoi benefici, agendo come antagonista degli effetti avversi, e quindi, producendo meno tossicità di quella che si avrebbe con il THC da solo.

Più tardi il ricercatore americano Ethan B. Russo, ha studiato come questo effetto entourage può essere usato per trattare il dolore, l’infiammazione, la depressione, l’ansia, la dipendenza, l’epilessia, il cancro, i funghi e varie infezioni.

Ma come possiamo sapere se una varietà è dominata dal THC o dal CBD? Questa informazione è espressa attraverso il rapporto dei due componenti, che si ottiene con un’analisi cromatografica. Per esempio, ci sono ceppi con un rapporto 1:2 (come Medikit di Buddha Seeds), altri con un rapporto 1:0 (come Quasar di Buddha Seeds). Il primo numero corrisponde al THC e il secondo al CBD. Anche se è possibile vedere il contrario, soprattutto nei paesi anglosassoni. Le informazioni sul rapporto di solito appaiono nella scheda tecnica di ogni varietà.

Tuttavia, non dobbiamo confondere il rapporto con la percentuale di CBD e THC, che corrisponde alla quantità di entrambi i cannabinoidi nella pianta.

Le piante che contengono una proporzione equilibrata di THC e CBD (rapporto 1:1) hanno i vantaggi terapeutici di entrambi i componenti, come l’inibizione dei segnali nervosi associati al dolore, producendo un effetto calmante.

Attualmente possiamo trovare questo tipo di varietà in molte banche dei semi. Da Buddha Seeds, con la varietà non autofiorente Morpheus siamo riusciti a stabilizzare i rapporti di THC e CBD in un rapporto 1:1, superiore al 20% dei cannabinoidi totali in alcuni individui. Morpheus obbedisce allo scopo della Buddha Seeds di avanzare nella ricerca e nella genetica di varietà ricche di CBD, come ha fatto con Medikit.

Messaggi recenti

Informazioni su Soft Secrets

Soft Secrets è la fonte principale di informazione per la coltivazione della cannabis, la legalizzazione, la cultura e l’intrattenimento per il suo pubblico dedicato e diversificato in tutto il mondo. La chiave è collegare le persone attraverso informazioni rilevanti e attuali con lo stesso interesse per la salute, lo stile di vita e le opportunità di business che la cultura della cannabis ha da offrire.

AVETE BISOGNO DI AIUTO PER UN PROBLEMA LEGATO ALLA DROGA? CONTATTATE LA VOSTRA LINEA DI ASSISTENZA LOCALE IL PIÙ PRESTO POSSIBILE. IN CASO DI IMMEDIATE CIRCOSTANZE DI PERICOLO DI VITA, CHIAMATE SUBITO IL 911!

Lascia una risposta