Cosa fare e cosa non fare per mascherare l’odore della tua coltivazione di cannabis

mascherare odore di cannabis

Mascherare l’odore della tua coltivazione di cannabis domenstica.

Cos’è quell’odore?

Uno dei vantaggi della coltivazione domestica della cannabis è godersi l’odore pungente della marijuana, proveniente dal tuo giardino interno o esterno. Tuttavia, lo stesso odore inebriante potrebbe essere un inferno e persino esporti ad alcuni problemi legali, a seconda delle leggi e delle restrizioni sulla coltivazione domestica nella tua zona. I nostri due centesimi: mantieni segreta la tua coltivazione ​​e impara a mascherare il suo odore.

Sebbene controllare l’odore della tua coltivazione di cannabis non sia scienza missilistica, ha la sua giusta quota di sfide. Ad esempio l’impostazione di un adeguato sistema di ricambio dell’aria nel caso in cui si coltivi in ​​casa una maggiore quantità di piante. 

Scorri il nostro elenco di cose da fare e da non fare e prova e prova ciò che funziona meglio per la tua coltivazione.

Come mascherare l’odore di cannabis da te coltivata

1. Prova la neutralizzazione degli odori

I neutralizzatori di odori sono un modo semplice per mascherare l’odore che si diffonde dalle tue piante di cannabis. Tuttavia, questa è una soluzione che può funzionare solo per piccoli giardini. I neutralizzatori sono anche economici, quindi non richiedono molte spese.

Da fare 

Prova dei neutralizzanti semplici come le candele aromatiche se hai due o tre piante che tieni nascoste in un angolo della casa. Mentre oggetti come candele o deodoranti per ambienti possono solo aiutare e coprire l’odore forte e unico della marijuana dall’aria, potresti dover cercare neutralizzatori di odori più sostanziosi.

Se stai cercando qualcosa di più di una soluzione rapida, cerca gel e oli speciali che siano più efficaci nel neutralizzare l’odore nell’aria. Sono disponibili molti prodotti neutralizzanti gli odori, progettati per catturare e legarsi con i composti terpeni emessi dalle piante di cannabis. 

Per distinguere cosa sono i terpeni della cannabis: i terpeni sono oli aromatici che provengono dalle stesse ghiandole in cui vengono secreti THC e CBD. Questi sono gli oli aromatici della tua pianta che conferiscono alle tue cime i sentori e gli aromi specifici dolci o fruttati.

Quindi, il neutralizzatore di odori si lega ai composti terpenici e contrasta l’odore. Idealmente, dovresti posizionare il neutralizzatore di odori in una stanza o in una posizione adiacente a dove si trova la tua crescita. Se stai tenendo le tue piante nell’armadio, posiziona il neutralizzatore nel corridoio. Questo basterebbe per diminuire l’odore nel tuo soggiorno ed evitare domande imbarazzanti da parte di ospiti curiosi che preferiresti non informare su cosa c’è nel tuo armadio. 

mascherare odore di cannabis

Cosa non fare

Gli assorbitori di odori di cannabis come i neutralizzatori di odori non sono consigliati di rimanere nella tua stanza di coltivazione. Per il semplice motivo che uccideranno il sapore e l’odore originali delle tue cime. 

Un altro consiglio su come mascherare l’odore di cannabis dal tuo giardino: cambia spesso il neutralizzatore di odori. Non diventare confuso e pigro e controlla l’odore della tua casa prima di accendersi di nuovo.

Se stai coltivando un giardino più grande, cerca altre soluzioni per camuffare l’odore della marijuana che coltivi in ​​casa. 

2. Installare i filtri al carbone

Per la tua più significativa impresa di impianti, ciò che potrebbe funzionare meglio è l’installazione di filtri a carbone. I filtri a carbone sono attualmente promossi come il miglior prodotto sul mercato che uccide efficacemente l’odore pungente dell’erba. I filtri a carbone utilizzano carbone attivo per purificare l’aria e rimuovere i profumi indesiderati come quello proveniente dalla tua grow room. Il carbone attivo è un assorbitore superiore, molto meglio dei neutralizzatori di odori sopra menzionati, quindi puoi usarlo per le aree più spaziose in cui ti prendi cura di più di poche colture. 

Da fare

Esistono vari filtri al carbone, sia per forma che per dimensioni. Il filtro a carbone funziona insieme a una ventola che fa parte del sistema di scarico delle tue grow room, quindi fondamentalmente il filtro è solo una parte dell’attrezzatura di cui hai bisogno per filtrare gli odori. 

Se non hai già un fan, potresti acquistarne uno anche tu. Le forze ventilatore l’aria attraverso il filtro e le filt er p urifies l’aria. Durante l’installazione, assicurarsi che queste due parti siano compatibili tra loro. 

Il filtro dovrebbe essere abbastanza potente da rimuovere sufficientemente l’odore. Dipende dalle dimensioni del filtro ma anche da quanto spazio devi gestire. 

Il tuo ventilatore e il tuo filtro dovrebbero aiutarti a sostituire l’aria nella tua grow room ogni cinque minuti circa. Supponiamo che la tua grow room sia di 250 piedi quadrati. In tal caso, è necessario scegliere una ventola e un filtro in grado di far fronte al filtraggio di 50 piedi cubi al minuto (CFM) per garantire che ci sia aria nuova nello spazio di 250 piedi quadrati ogni cinque minuti. 

Controlla se il tuo filtro ha una valutazione CFM uguale o leggermente superiore a quella del tuo ventilatore al momento dell’acquisto o sulla confezione della tua attrezzatura. Questa informazione può anche essere indicata da qualche parte sul corpo della ventola, quindi ispezionala attentamente. 

Sia la ventola che il filtro necessitano dello stesso diametro del condotto. Sei pollici sono standard, ma ricontrolla solo per essere sicuro. Altrimenti, avrai difficoltà ad attaccare le due parti. 

Dei due principali tipi di filtri al carbone, il tipo a blocco è generalmente più efficace. Il filtro a blocchi dovrebbe aiutarti se ospiti una grow room più grande. Questo tipo di filtro ha una superficie in carbonio maggiore ed è più in grado di filtrare completamente l’aria. 

Per le grow room più piccole, prova con filtri granulari.

mascherare odore di cannabis

Come installare il filtro al carbone?

Dovresti essere in grado di attaccare il filtro al lato di aspirazione della ventola con un nastro adesivo metallico o un morsetto ermetico. 

È inoltre necessario applicare il filtro e la ventola, meglio aggiungendo dei ganci intorno a loro. Usa i ganci per fissare i ganci al soffitto. 

Collegare il filtro e il ventilatore con la canalizzazione, che di solito è impostata quasi parallela al soffitto e entra nel muro. 

Guarda questo video di istruzioni se hai bisogno di aiuto. Se hai bisogno di ulteriore aiuto, chiama il tuo amico che può progettare questo con te e che apprezzerà alcune cime dopo una dura giornata di lavoro nella tua grow room.

Cosa non fare

Ci sono altre tre cose per assicurarti che il tuo filtro al carbone funzioni correttamente e sostituisca l’aria nella tua grow room secondo necessità.

  • Non dimenticare di cambiare il filtro al carbone . I filtri al carbone possono durare fino a un anno, ma potresti volerli sostituire prima. Noterai che il tuo filtro al carbone deve essere cambiato quando gli odori tornano nella stanza. È utile anche tenere traccia di quando hai cambiato il filtro l’ultima volta.
  • Non spegnere il filtro . Il condizionatore d’aria del tuo soggiorno può rinfrescare l’aria lavorando per un’ora e l’aria nuova durerà per giorni, ma non è così che funzionerà un filtro a carbone per la tua grow room. Le piante di cannabis producono odori inesorabilmente, quindi utilizzi il filtro 24 ore su 24, 7 giorni su 7 durante la stagione di crescita.
  • Non tenere una grow room umida . I filtri a carbone sono ottimali per le condizioni della stanza dove l’umidità è ben gestita. Può essere utile installare un dispositivo nella tua grow room che misurerà e / o regolerà ulteriormente l’umidità. Mantenere l’umidità al di sotto del 70% per le migliori prestazioni del filtro. 
mascherare odore di cannabis

Cos’altro puoi fare per mascherare odore delle tue piante di cannabis?

Da fare

C’è un’altra tecnica per completare il tuo filtro a carbone, che sta impostando la pressione negativa dell’aria nello spazio. È possibile ottenere una pressione negativa dell’aria nello spazio impostando un forte e potente ventilatore in uscita che sarà in grado di aspirare l’aria da ogni centimetro della stanza. Questo metodo aggiunge una protezione aggiuntiva, assicurando che l’odore della tua grow room non sfugga ad altre parti della tua casa o edificio. 

Cosa non fare 

Non acquistare filtri dell’aria per risolvere il problema degli odori. I filtri dell’aria sono progettati per funzionare come filtri a carbone, ma sono dei sostituti scadenti. I filtri dell’aria sono comodi da usare se ad esempio si hanno problemi di muffa a casa; possono solo migliorare leggermente l’aria del tuo giardino di cannabis. 

Infine, un’ultima cosa fondamentale su come mascherare l’odore proveniente dal tuo giardino di cannabis è eseguire una regolare manutenzione delle tue attrezzature. Cioè se allestisci una grow room più grande e investi nell’attrezzatura giusta che neutralizzerà l’odore senza alterare l’odore e il gusto della tua erba.

Il primo sintomo che l’odore fuoriesce dalla tua stanza sigillata e controllata dall’aria è l’odore stesso. Non dalla canna che hai appena acceso, ma stai all’erta se c’è qualche profumo che si diffonde al mattino quando non l’hai fatto. D on’t attendere fino a quando questo accade, ma controllare regolarmente il filtro così come il vostro canalizzazioni per i fori o problemi con i vostri sigilli. Con poca cura e cautela puoi mascherare facilmente qualsiasi odore proveniente dalle tue piante di cannabis.

AVETE BISOGNO DI AIUTO PER UN PROBLEMA LEGATO ALLA DROGA? CONTATTATE LA VOSTRA LINEA DI ASSISTENZA LOCALE IL PIÙ PRESTO POSSIBILE. IN CASO DI IMMEDIATE CIRCOSTANZE DI PERICOLO DI VITA, CHIAMATE SUBITO IL 911!

Lascia una risposta

Messaggi recenti

Informazioni su Soft Secrets

Soft Secrets è la fonte principale di informazione per la coltivazione della cannabis, la legalizzazione, la cultura e l’intrattenimento per il suo pubblico dedicato e diversificato in tutto il mondo. La chiave è collegare le persone attraverso informazioni rilevanti e attuali con lo stesso interesse per la salute, lo stile di vita e le opportunità di business che la cultura della cannabis ha da offrire.