Denver diventa la prima città degli Stati Uniti a liberalizzare i ‘funghetti magici’ dopo che gli elettori a favore hanno superato i detrattori di meno dell'1%

Denver diventa la prima città degli Stati Uniti a liberalizzare i ‘funghetti magici’ dopo che gli elettori a favore hanno superato i detrattori di meno dell'1%
Ultimo aggiornamento

Denver diventerà la prima città degli Stati Uniti a liberalizzare i funghetti magici, sulla base dell’esito finale ufficioso di un’iniziativa di voto sulle droghe allucinogene.
L’iniziativa ha esortato la capitale del Colorado a porre fine alle pene previste chi ha meno di 21 anni o per il possesso di psilocibina, ampiamente nota come funghetti magici. Le Denver Elections Divisions certificheranno i risultati, ma il conteggio finale sul sito web è stato del 50,56% degli elettori a favore e del 49,44% contrari. Se l’iniziativa verrà approvata, la psilocibina rimarrà comunque illegale sia in Colorado che per la legge federale.
La Drug Enforcement Administration statunitense classifica questa droga come sostanza Schedule 1, il che significa che l’agenzia ha ritenuto che abbia un potenziale di abuso senza applicazioni mediche accettate. Decriminalize Denver, il gruppo alla base dell’iniziativa di voto di martedì, ha dichiarato che la psilocibina ha un’ampia gamma di benefici medici.
È stato dimostrato che riduce la depressione e l’ansia e aiuta a trattare le dipendenze da tabacco, alcol e oppioidi e ad alleviare i sintomi del disturbo da stress post-traumatico (PTSD), secondo l’organizzazione.
Alcuni detrattori temono che, se approvata, l’iniziativa potrebbe aumentare l’immagine della città come porto sicuro per la droga, dato che il Colorado è stato uno dei primi Stati a legalizzare il possesso e la vendita di marijuana ai maggiorenni per uso ricreativo. Il procuratore distrettuale di Denver, Beth McCann, si è opposta all’iniziativa.
Ma se il provvedimento è stato approvato, ha comunque appoggiato la costituzione di un gruppo di revisione nell’ambito dell’iniziativa per studiare gli effetti della droga e l’impatto che l’ordinanza avrebbe su Denver, ha dichiarato la portavoce Carolyn Tyler. I residenti di Denver hanno prima votato per liberalizzare il possesso di marijuana nel 2004, anni prima che gli elettori del Colorado approvassero definitivamente la legalizzazione in tutto lo Stato per scopi ricreativi, stabilendo un quadro normativo completo per autorizzare punti vendita al dettaglio e riscuotere le tasse dovute sulla vendita dei prodotti a base di cannabis.
Fonte: Dailymail.com

AVETE BISOGNO DI AIUTO PER UN PROBLEMA LEGATO ALLA DROGA? CONTATTATE LA VOSTRA LINEA DI ASSISTENZA LOCALE IL PIÙ PRESTO POSSIBILE. IN CASO DI IMMEDIATE CIRCOSTANZE DI PERICOLO DI VITA, CHIAMATE SUBITO IL 911!

Lascia una risposta

Messaggi recenti

Informazioni su Soft Secrets

Soft Secrets è la fonte principale per la coltivazione della cannabis, la legalizzazione, la cultura e l’intrattenimento per il suo pubblico dedicato e diversificato in tutto il mondo. La chiave è collegare le persone attraverso informazioni rilevanti e attuali con lo stesso interesse per la salute, lo stile di vita e le opportunità di business che la cultura della cannabis ha da offrire.